Open Gardens: i giardini segreti di Roma

Open-Gardens
Appuntamento imperdibile con la prima edizione di Open Gardens per scoprire giardini e parchi degli istituti stranieri a Roma solitamente chiusi al pubblico.

L’idea del progetto, patrocinata dal II Municipio di Roma, nasce ad Amsterdam ed è il primo passo verso la creazione di una rete europea di giornate dedicate agli open gardens.
Si parte il 20 giugno alle ore 17.00 con il Reale Istituto Neerlandese, nella cornice di Villa Borghese in cui il Direttore, Harald Hendrix, accoglierà il pubblico e lo accompagnerà nella visita con un aperitivo in giardino.
Il 21 dalle 10:30 si potrà invece entrare nel giardino dell’Istituto Giapponese di Cultura. Il suo cortile con un laghetto e le composizioni in pietra, mostra i caratteri tipici della cultura nipponica. In quell’occasione, verrà letto un racconto giapponese per bambini. Dalle ore 16.30 dello stesso giorno l’appuntamento è all’Accademia Tedesca con i suoi filari di cipressi centenari, le siepi di alloro e l’orto rustico e raffinato.
Il 22 giugno dalle ore 11.30 si può salire sul punto più alto di Roma dopo la Cupola di San Pietro: la torre belvedere dell’Istituto Svizzero a Villa Maraini, un gioiello del Novecento romano che sorge su una collina artificiale ed è circondato da uno splendido giardino con ninfeo a forma di grotta.
“Open Gardens” si chiude il 28 giugno con altre due visite: alle ore 11 al Circolo Scandinavo degli Artisti con una conversazione sul paesaggio con l’architetto Arne Ingvaldsen e alle ore 17 all’Accademia di Francia di Villa Medici, accompagnati da una guida esperta. Per partecipare occorre versare la quota di adesione annuale all’associazione culturale Progettiper Città Arte Paesaggio (20 euro). La quota può essere versata in contanti presso la sede del Festival oppure tramite bonifico bancario. Per informazioni e prenotazioni potete inviare una mail a info@festivaldelverdeedelpaesaggio.it o telefonare al numero 3382523455.